Opere di Fabrizio Sannicandro

A cura di Ilaria Ponzi

Inaugurazione: luglio 2021, Abbazia di Santa Maria di Propezzano, Morro d’Oro (Te).

Vite raccoglie circa 35 opere recentissime di Fabrizio Sannicandro.

Nel suo duplice significato VITE celebra l’unione di essere umano e Natura: vite, la pianta mediterranea, già metafora nel Vangelo di Giovanni, e il plurale del sostantivo vita.

Il percorso espositivo inizia dal cuore concettuale della mostra: lo spazio destinato all’opera corale intitolata “Segni di vite”, che dà il titolo alla mostra.

L’artista testimonia così la consapevolezza del flusso storico e biologico nel quale tutti gli esseri compongono di fatto un’unità, l’illusorietà dei singoli ego, e l’acquisizione di senso nel tutto di una storia non ufficiale.

Segni di vite

Opera corale

L’opera "Segni di vite" è costitutita da lavori su carta cotone
con tecnica mista di cm. 35x50 assemblati in un’unica composizione.

L'artista

Fabrizio Sannicandro

Le mie basi sono quelle della formazione legata alle tecniche espressive tradizionali in un momento che precede l’imminente rivoluzione digitale avvenuta agli inizi del nuovo millennio. La generazione a cui appartengo ha vissuto in prima persona il passaggio al dominio dell’immagine digitale nella società contemporanea. L’illustrazione, la grafica e il design hanno accompagnato parallelamente la ricerca pittorica, caratterizzando un’attività interdisciplinare, oltre i limiti del genere di appartenenza.

Sostenitori